Prendersi un periodo di pausa......nella coppia!!

Quando arriviamo a prenderci un periodo di pausa purtroppo siamo già oltre.

Spesso ci prendiamo un periodo di pausa perchè siamo stanchi dell’altro, siamo logorati da mille tentativi andati a vuoto nel cercare di risanare un rapporto che all’inizio era perfetto. Cosa è successo dopo? Certamente non ha funzionato qualcosa o più semplicemente la vita: fatta di lavoro incerto, di bambini piccoli per casa, di difficoltà di ogni genere; si diventa degli ottimi genitori e si perde di vista completamente la coppia, quello che in verità ha messo in piedi tutto questo progetto.

Abbiamo perso di vista la coppia che, per sopravvivere, ha bisogno di lavoro quotidiano, di impegno, di saper fare un passo indietro perchè siamo in due. Invece, stanchi, si tende a sopraffare o a farsi sopraffare illudendosi che le cose miglioreranno nel tempo o credendo ingenuamente che si possa fare a meno dell’amore.

Ma non è così perchè siamo animali sociali e tutti noi abbiamo bisogno di essere amati e riconosciuti. Non possiamo pensare che si possa rinunicare all’amore o all’intimità. Quante coppie rinunciano all’intimità? Tantissime che io sappia. Ma come ci si sente senza intimità con il proprio partner? Ci si sente soli ed è giusto che sia così perchè meritiamo amore ed intimità con il nostro partner. Non c’è cosa più frustrante che vivere in una relazione senza amore ed initmità. E questo malessere col tempo si trasforma a volte in rabbia e frustrazione verso l’altro e a volte in malessere fisico e a volte si cerca altrove. perchè siamo esseri umani ed è normale così!

I periodi di pausa, dal mio punto di vista possono funzionare molto bene. La prima fase è davvero dolorosa ma nello stesso tempo liberatoria: il periodo di pausa ci fa vedere le cose da un’altra prospettiva e spesso ci fa sentire persone nuove, come alleggerite.

Ma è il tempo quello che ci fa davvero capire cosa proviamo per l’altra persona. A volte riaffiora l’amore, perchè il peso del quotidiano va in secondo piano e ci si manca, a volte invece si capisce che si sta meglio senza l’altro. Comunque sia, il periodo di pausa serve a chiarirsi le idee e vale la pena, una volta per tutte, prendersi quel tempo in maniera responsabile, per capire cosa davvero voglio nella mia vita, piuttosto che trascinarmi in una relazione che non mi rende felice. Fermarsi e prendere tempo per ascoltarsi funziona sempre in ongi cosa della vita. Sto in ascolto di me e mi oriento in una direzione nuova; perchè indipendentemente dalla decisione che prenderemo, dopo questo periodo di pausa, una cosa è certa: le cose devono cambiare!!!

E le cose cambiano se ci impegniamo seriamente ed in maniera nuova principalmente su due fornti :

nel responsabilizzarci e capire se la nostra indìsoddisfazione perenne è data da qualcosa di particolare nella nostra vita o davvero dalla nostra relazione. Se è data dalla nostra relazione, lasciarsi può essere utile! Spesso però, i nostri partner diventano il contenitore dove “scaricare” letteralmente tutte le nostre frustrazioni, il capro espiatorio, colui o colei a cui dobbiamo tutta la nostra insoddisfazione che però in alcuni casi proviene da altro; per quello è importante coltivare i propri spazi, anche all’interno della coppia, perchè la vita è fatta di molte cose e non solo del nostro partner. Accettare l’altro per quello che è, tutto il pacchetto, fatto anche di famiglie di origine e difetti che , credetemi, abbiamo anche noi. Anche loro dovranno fare lo stesso identico sforzo che facciamo noi nell’accettarci.

Richiede impegno lo so, ma chi vi ha fatto credere che stare per lungo tempo in una coppia fosse facile?…….Cenerentola?……era una favola, mi dispiace , e poi non sappiamo se sono ancora insieme lei e il principe o se si sono lasciati tirandosi i piatti!!

Un’altra cosa che dobbiamo fare , per me, è affrontare le difficoltà giorno per giorno senza accumulare troppa roba che poi diventa una montagna insormontabile. Ogni delusione crea una ferita; quella ferita va curata immediatamente con l’altro, altrimenti non si sanerà più. Troppo facile fare le vittime e sentirsi non compresi: cosa fai tu ogni giorno per farti capire di più? Dove sei disposto a fare un passo indietro?

L’amore è fatto di accettazione e rispetto dell’altro nel ruolo di compagno, di genitore, di essere umano. Se dimentichiamo questo arriveremo a dimenticarci l’uno dell’altro con il tempo e a cancellarci, proprio come se avessimo in mano una gomma da cancellare.

Le famiglie di origine poi, possono fare molto nello stare un passo indietro……ma questo merita un articolo a parte.

Auguro a tutte le persone che si prendono un periodo di pausa di mancarsi e , di fronte a quella mancanza, di essere disposti a fare un passo indietro per non dover più rinunciare ad essere coppia.

Con tutto il mio amore