Come Procedono Le Vacanze??

Come procedono le tue vacanze?

Hai aspettato un anno intero ne è valsa la pena?

Io ho l'abitudine di lavorare moltissimo, qualcuno dice che sono malata per il mio lavoro, è vero, mi piace da morire quello che faccio, non posso negarlo e questo mi porta a dedicare al mio lavoro tanto del mio tempo. E quando sono stanca, durante l'anno,  pianifico vacanze da fare con la mia famiglia.

Ci penso un anno intero e organizzo con molto anticipo. La vacanza che amo di più, però, è quella che facevo  con mia figlia Camilla in montagna ogni anno, in Trentino. Sole solette io e lei, da sempre....finchè verrà.....  Quando facevamo  le nostre passeggiate in mezzo alla natura c'erano dei momenti in cui  mi dicevo che davvero valeva la pena lavorare un anno intero solo per quei momenti. Mi sarebbe piaciuto davvero congelare tutto e dire "Io Sto"!! Credo che molti genitori possano capire  e condividere quello che dico. 

Quest'anno infatti andrò da sola perché mia figlia ha deciso giustamente di fare altro.....non è facile lasciarli andare ma è necessario e bisogna ritrovare velocemente un nuovo equilibrio. 

Le vacanze, che momento incredibile, fuori dal quotidiano   per tutti. Ci si ritrova un pò. Riprendiamo i contatti con la nostra vera natura senza lo stress di tutti i giorni e a volte davvero dobbiamo un pò ripresentarci a noi stessi perchè non ricordavamo molte cose di noi. E' un pò il momento in cui la macchina si ferma e si fanno i conti con le realtà, belle o brutte che siano. Abbiamo tempo per leggere, per stare  con le persone che amiamo, per stare un pò......stare un pò...stare un pò.

Stare, wow, stare senza pensare a quello che dobbiamo fare domani. Stare nel momento che viviamo senza programmazione. Una sorta di pit stop. Ci fermiamo, facciamo il punto con la parte di noi più vera per poi ripartire.

Sapevi che  lo stato d'animo con cui stai trascorrendo queste tue  vacanze dipende proprio da quello che hai visto fermandoti un pò, durante questi giorni?

A volte prendiamo contatto con una realtà che ci piace; a volte dobbiamo fare i conti con qualcosa che ci disturba e che, mentre durante il tran tran quotidiano, riusciamo a nascondere sotto il tappeto e a gestire, durante le vacanze diventa ingestibile. Ed è il motivo per cui ci sentiamo irritati, annoiati o stanchi

Si hai capito bene, tantissime persone si annoiano o si stancano durante le ferie; d'altronde il ritmo del nostro quotidiano è completamente diverso. Quante volte ho sentito dire a tanti clienti che rientrano dalle ferie "è meglio lavorare".

Beh che facciamo? rimettiamo tutto sotto il tappeto?

Ascoltami, fai quello che pensi sia meglio per te sempre ma per sapere cosa davvero è meglio per te prova almeno ad ascoltarti un pò. Prenditi del tempo tutto per te per ascoltare la tua musica, per fare le tue passeggiate, per avere il tuo spazio. Senza trascurare le persone che vivono con te è ovvio, ma anche senza trascurare te stesso.

Troppe volte infatti perdiamo l'abitudine a noi stessi. E non c'è cosa peggiore.

E se qualcuno che dice di amarti non ti concede questo tempo, PRETENDILO!!!  Lo spazio che prendi per te è assolutamente necessario alla tua sopravvivenza, alla sopravvivenza della tua relazione, al tuo equilibrio personale e professionale e ricorda il primo a concedersi questo spazio devi essere tu. Se non fai capire all'altro quanto è importante per te, è difficile che l'altro (se non ha questa esigenza) capisca.

Ti auguro di riuscire a prenderti tutto lo spazio che ti serve, ti auguro di saperlo fare sempre nella tua vita, ma almeno in vacanza, non privartene, è troppo importante per te.

Io sono bravissima a fare questo sia con me che con chi mi sta intorno. Non sempre viene capito lo so ma senza questo spazio non potrei vivere e ho smesso da molto tempo di avere la presunzione di piacere a tutti per cui non me ne preoccupo.

Buone vacanze a te, amati, ascoltati e riporta alla luce la tua natura più vera, è lì la sede di tutte le risposte che cerchi.

Buonissimo viaggio!