Come trovare il coraggio di amare ancora dopo essere stato ferito

Appoggiarsi all'amore e alla connessione può sembrare di andare in battaglia senza alcuna armatura, specialmente se sei stato profondamente ferito in passato. All'inizio, le esperienze d'amore romantiche possono essere facili e senza sforzo, come correre ingenuamente nel campo di battaglia aperto. Ma una volta che siamo stati feriti, tendiamo a triplicare la quantità di armature di cui abbiamo bisogno per il prossimo round. Troppa armatura rende difficile muoversi liberamente. Camminiamo rigidi e ipoprotetti. Sebbene lo scopo sia quello di impedire alle persone di ferirci, ci impedisce anche di essere in grado di fare i nostri confronti significativi.

Quando la battaglia è finita e siamo sopravvissuti, è tempo di togliersi tutta quell'armatura per poter vivere di nuovo liberamente. Ma questo non è sempre facile da fare. Naturalmente, molti di noi si chiedono: "È intelligente rimuovere la mia armatura dopo che sono stato ferito così profondamente in passato?" Quindi, continuiamo a camminare in giro corazzati, credendo che ci stia al sicuro da danni, angoscia e dolore. Ci chiudiamo dalle parti migliori della vita - le parti che lo rendono significativo - e non riusciamo a capire che anche se lasciamo l'armatura, potremmo comunque perdere le nostre vite in battaglia.

Chiudere all'amore dopo essere stato ferito

Quando altre persone ci feriscono, è facile limitarci a connetterci con le persone in futuro. Costruendo armature d'acciaio attorno ai nostri cuori, miriamo a evitare che noi stessi ci feriamo di nuovo. Ciò che tende ad accadere è il maggior danno che proviamo, più diventa densa la nostra armatura.

Tendiamo a credere che siamo saggi e realisti quando ci chiudiamo dall'intimità. E quella logica ha un senso. Perché dovremmo voler lasciarci aperti a qualcosa che ha causato dolore in passato? Gli esseri umani sono in genere abbastanza intelligenti da stare alla larga dalle cose che li danneggeranno. Per difendersi dopo essere stati feriti, le persone tendono a intorpidirsi e ad entrare in modalità di protezione, il che va bene e normale per qualche tempo. Ma fino a quando non saremo pronti per affrontare il dolore e fare i movimenti, non saremo in grado di stabilire connessioni significative. C'è un motivo per cui le persone evitano di affrontare il male. Può essere come versare dell'alcool in una ferita aperta. Anche se aiuta con la guarigione, ci brucerà ci brucia e fa male. Quindi, piuttosto che cercare di guarire, molte persone si chiudono, incolpano le persone per essere crudeli e si infilano nei loro bozzoli. Si convincono che questo è l'unico modo di vivere perché le loro esperienze passate hanno insegnato loro che è troppo pericoloso amare ed essere vulnerabili verso un'altra persona.

L'importanza delle relazioni e della vulnerabilità

"Semplicemente non esiste una pillola che possa sostituire la connessione umana. Non esiste una farmacia in grado di soddisfare l'esigenza di interazione compassionevole con gli altri. Non c'è una panacea. La risposta alla sofferenza umana è sia dentro di noi che tra di noi. "- Dr. Joanne Cacciatore

Che ci piaccia o no, è importante capire che la connessione umana è uno degli aspetti più cruciali di una vita felice e realizzata. Accanto al cibo, al riparo e all'acqua, le relazioni umane sono in cima alla lista. Quindi, anche se a volte sono difficili da mantenere, rappresentano una parte importante della vita che non può essere ignorata o nascosta.

Le relazioni umane sono così importanti che siamo biologicamente cablate per loro. Pensa a quanto sarebbe noiosa e spregevole questa vita senza amicizie, intimità e famiglia. L’essere umano ha il desiderio di essere amato e accettato per quello che è e di offrire lo stesso agli altri. Sapevi che i neonati devono essere abbracciati e coccolati per sperimentare un sano sviluppo psicologico? Gli studi dimostrano che i neonati con poca o nessuna connessione umana e il comfort non si sviluppano in modi sani e, in alcuni casi, anche muoiono.

Pertanto, è importante essere consapevoli dei pericoli legati alla chiusura delle persone e imparare come navigare nel territorio inesplorato di essere vulnerabili nelle relazioni. Quando perdiamo la capacità di essere vulnerabili e ci chiudiamo all'amore, perdiamo anche la nostra capacità di provare la gioia che proviene dalle relazioni. Come dice Brene Brown, "Non possiamo intorpidire selettivamente le emozioni; quando intorpidiamo le emozioni dolorose, intorpidiamo anche le emozioni positive. "

E se ti dicessi che c'è un modo di amare e di essere protetto, che c'è un giubbotto antiproiettile più moderno che non ti appesantisce ma ti protegge dal danno? Ti farà ancora male se sarai colpito, ma sopravviverai. Inizia con amare te stesso e imparare a fidarti del tuo giudizio, trattandoti con amore, rispetto, compassione e gentilezza. Una volta che lo fai, puoi portare avanti il tuo vero io, con tutte le tue vulnerabilità, e renderti conto che è giusto lottare per avere la possibilità di avere relazioni significative senza portare tutto ciò che è pesante nel tuo cuore. Le persone tendono a farsi domande quando si sentono rifiutate da un'altra persona, e il dolore che sperimentano può essere sia fisico che emotivo. Parte del dolore deriva dal chiedersi se sono amabili come sono. Alcune persone poi si chiudono dagli altri. Perché qualcuno ha scelto di non amarli così come sono, li interiorizzano come segno che non sono più degni d'amore.

So che probabilmente hai sentito innumerevoli volte che devi amare prima te stesso per amare gli altri. Questo è particolarmente vero dopo che sei stato ferito perché se ami veramente te stesso, il dolore non sarà così profondo. Quando hai l'amore per te stesso, sei in grado di aprirti e accettare l'amore dagli altri una volta guarito dal dolore. Quell'amore servirà da giubbotto antiproiettile. Ti permetterà di essere vulnerabile e aperto alla possibilità di prendersi cura di un'altra persona. Ecco perché essere vulnerabili è una forza, non una debolezza che deve essere nascosta al mondo. Una volta che impari che provare emozioni, incluso il dolore, fa parte dell'esperienza umana, sarai più capace di amare, ferire, guarire e amare di nuovo. Diventerà più facile stringere legami intimi con le persone. È importante dedicare del tempo a guarire e valutare cosa è andato storto nelle relazioni passate, piuttosto che saltare rapidamente a qualcos'altro. Devi vedere quale parte hai interpretato nella separazione, non nasconderti e incolpare gli altri per farti sentire non amabile. Devi imparare dal passato, sentire il dolore della perdita, e poi lasciar andare.

Consentirti di essere vulnerabile richiede di aprire le parti di te che hai chiuso dopo essere stato ferito. La vulnerabilità è difficile da esprimere perché implica l'accesso a parti di te che altri potrebbero aver disapprovato. Ma quando hai un forte senso di sé, non importa come ti vedono gli altri, perché sarai consapevole e aperto alle tue vulnerabilità. Una volta che diventi consapevole di tutte le parti di te stesso, non sentirai il bisogno di chiuderti. Sarai in grado di gettare alcol sulle tue ferite e dar loro il tempo di guarire in modo da poter provare nuovamente l'amore. Poiché ti ami profondamente e solidamente, non avrai più bisogno dell'approvazione degli altri. Ci vuole molta forza per onorare tutte le parti di te, indipendentemente dalle opinioni degli altri.


Source Ilene Strauss Cohen Ph.D https://www.psychologytoday.com