Back to All Events

Sessione di meditazione Mindfulness via web

Se vuoi prenderti cura delle Tue ferite emozionali ti propongo un primo passo

Mercoledì 12 ottobre  alle ore 21 - Sessione gratuita di Mindfulness via web - Partecipa da casa Tua - Prenotati adesso!

E' oramai opinione consolidata scientificamente, che la meditazione e la pratica della consapevolezza cambino effettivamente il funzionamento del nostro cervello.

Le neuroscienze hanno provato che una pratica costante può migliorare in maniera considerevole la gestione dello stress, ma non solo.

La meditazione mindfulness è sempre più praticata anche nei contesti medici per la gestione dei dolori cronici, e come coadiuvante alle terapie del dolore. Con la tomografia a emissione di positroni (PET scan imagery) si può constatare scientificamente l’impatto di queste pratiche sul cervello umanoe sulla sua percezione della realtà.  

La meditazione è a tutti gli effetti come una ginnastica per la mente. In genere siamo propensi ad allenare il corpo regolarmente per sentirci in forma fisicamente.

E allora perché non allenare anche la mente per sentirci più tranquilli, gioiosi e produttivi?  

Basta un po’ di costanza e la vita può cambiare radicalmente.

In questa breve sessione di meditazione online, dopo una breve introduzione sul funzionamento di queste tecniche, faremo alcuni brevi esercizi che possono aiutare a stabilire una pratica quotidiana alla consapevolezza.  

Le tecniche che utilizzeremo appartengono  alla Mindfulness, tecnica meditativa basata sulla consapevolezza del respiro, fondata da John Kabat-Zinn, biologo e scrittore statunitense.

La meditazione è praticata da molte tradizioni. Quella più conosciuta e popolare è la tradizione Buddhista, e la Mindfulness deriva fondamentalmente dalle pratiche Vipassana del buddhismo Theravada, ma è stata per così dire, secolarizzata, per renderla accessibile alle persone di ogni cultura.

Kabat-Zinn ha creato una serie di protocolli che, applicati quotidianamente, proprio come una ginnastica mentale, portano a una netta riduzione dello stress e a un miglioramento dell’umore generale. Anche qui la ricerca medica ha confermato che la mindfulness applicata quotidianamente, riduce notevolmente le ricadute di chi soffre di depressione, migliorando l’umore e dando al paziente gli strumenti per gestire le situazioni di crisi in un modo produttivo.  

Il segreto della Mindfulness è l’osservazione non giudicante. Impariamo pertanto ad essere presenti nel qui e ora, e ad osservare cosa succede, dentro e fuori.

Il respiro ci serve da ancora al momento presente, e grazie ad esso, impariamo a ritornare qui, a fermarci, e ad osservare, a sentire quello che ci arriva dall’esterno e quello che si presenta dentro la nostra mente.

Meditare non vuol dire non pensare, bensì osservare i nostri pensieri che, come nuvole nel cielo sereno della nostra mente, si presentano, si fermano un po’, e se ne vanno. Non c’è un modo giusto e un modo sbagliato di meditare, non c’è nulla da raggiungere. Semplicemente, ci siamo. È un momento tutto nostro, in cui siamo presenti a noi stessi e alle nostre sensazioni.  

Vi chiederei di portare con voi, per la sessione online, una piccola cosa da mangiare (per esempio frutta secca, o biscotti) per un esercizio che faremo. Inoltre, prevedete, per alcuni esercizi, di potervi sdraiare (se preferite stare seduti va bene ugualmente). 

Partecipazione gratuita solo 20 posti disponibili